L’Hôtel des Horlogers di Audemars Piguet: un nuovo impulso per la Vallée de Joux

Un hotel spettacolare e il nuovo Museo Audemars Piguet costituiranno in futuro un importante incentivo per il turismo nella Vallée de Joux.

Audemars Piguet, situata nel cuore della Vallée de Joux nel cantone di Vaud, uno dei luoghi di nascita dell’alta orologeria, ha avviato un progetto estremamente interessante: la costruzione di un nuovo museo che sostituirà quello esistente dal 1992. Inoltre, l’Hôtel des Horlogers, ormai divenuto desueto, sarà sostituito da un hotel di architettura contemporanea. La posa della prima pietra dell’hotel è stata celebrata lo scorso giugno a Le Brassus. Il progetto si concluderà nel 2020 e darà all’intera regione un nuovo dinamismo.

Un nuovo simbolo per la Vallée horlogère

Audemars Piguet è una delle “storiche” marche di orologi della Vallée de Joux. Con il suo know-how e la sua reputazione internazionale, l’azienda attira appassionati da tutto il mondo nella sua fabbrica nella “Watch Valley” svizzera. Il nuovo progetto alberghiero e il museo attireranno un numero ancora maggiore di visitatori che desiderano esplorare il mondo dell’orologeria svizzera, la valle stessa, ma anche la sua architettura. Il nuovo edificio dell’hotel, situato dove si trovava l’ex Hôtel des Horlogers, ospiterà 50 camere e suite che si affacciano sulla campagna circostante e soddisferà le elevate aspettative di ospiti provenienti da tutto il mondo. Nell’hotel sono previsti due ristoranti, un lounge bar, un’area benessere, una sala fitness e sale per seminari. Quanto all’”Audemars Piguet Workshop Museum”, esso presenterà quasi 400 orologi d’eccezione e metterà in risalto la speciale storia dell’orologeria nella Vallée de Joux e in essa l’avventura di Audemars Piguet.

Contattato da lifetimedesign.ch, Audemars Piguet ha spiegato che la costruzione del nuovo Hôtel des Horlogers va fatta risalire al progetto originale del Museo Audemars Piguet. Lo studio di architettura danese incaricato di progettare il museo ha proposto un secondo progetto per la costruzione di un nuovo hotel al posto del precedente, divenuto ormai desueto. Anche se Audemars Piguet è proprietario dell’hotel, il progetto non sarebbe stato possibile senza la partecipazione di altre marche di orologi della Vallée de Joux. I visitatori della Vallée, che siano interessati a Audemars Piguet, Breguet, Bulgari, Jaeger-LeCoultre, Patek Philippe o Vacheron Constantin, potranno godere di questo nuovo edificio e dei suoi dintorni eccezionali. L’interno dell’hotel si presenterà come neutrale rispetto alle varie marche, in modo da poter rappresentare l’intera industria orologiera della valle attraverso libri, pubblicazioni e riviste.

Design: quando storia e modernità si incontrano

Il progetto architettonico è stato affidato da Bjarke Ingels ad un noto studio di architettura danese, lo studio BIG. La sfida è stata quella di inserire perfettamente i nuovi edifici nel contesto della Vallée de Joux, scegliendo così materiali autentici. E il progetto convince proprio grazie a un design che integra perfettamente queste esigenze ambientali. Le forme sono organiche e armoniose: l’hotel si articola a zigzag su cinque rampe concatenate, mentre il museo è ospitato dentro una spirale di vetro di 2400 metri quadri, creando così un perfetto contrasto visivo.

Con questo progetto Audemars Piguet dà nuovo impulso all’intera regione, oltre a rafforzare il suo profilo di successo in quanto una delle più note marche di orologi svizzeri. La manifattura orologiera dimostra così di saper evolvere in un mercato in continuo mutamento, di essere innovativa e muoversi al passo con i tempi, mantenendo sempre le sue forti radici nella Vallée de Joux.

Mélina Neuhaus
Mélina Neuhaus

Co-fondatrice et directrice de communication/relations publiques Elitia Communication