Cucina, quo vadis?

,

WOMEN’S TALK EXCLUSIVE, 24 septtembre 2019

«La cucina di oggi, pensata come il più importante spazio abitativo»: a questo tema il centro cucine Poggenpohl di Zurigo ha dedicato un momento di discussione, organizzato insieme al portale WOMEN IN BUSINESS. Le lettrici e i lettori del portale, come anche altre persone interessate, hanno risposto all’invito del 24 settembre. Attraverso gli interventi e la moderazione di Irene M. Wrabel, redattrice capo di WOMAN IN BUSINESS, di Nicole Hoch, designer nonché fondatrice e direttrice di LIVINGDREAMS, e di Gernot Mang, direttore generale di Poggenpohl Möbelwerke GmbH, sono state approfondite le tendenze e le sfide nel settore cucine. lifetimedesign.ch ha raccolto qui qualche spunto emerso durante la discussione.

Secondo Gernot Mang…

Gernot Mang, direttore generale di Poggenpohl Möbelwerke GmbH

Gernot Mang pensa la cucina non solo in termini di modelli e materiali ma anche dal punto di vista del mercato e soprattutto del marchio. Per lui è chiaro: la cucina è il nuovo soggiorno, per cui la sfida è quella di riunire e fondere questi due spazi abitativi. L’integrazione della cucina nel soggiorno richiede nuove soluzioni, che per Poggenpohl vanno declinate nel senso della più decisa personalizzazione possibile. Quali sono i limiti? «Non andare mai oltre il brand», afferma Gernod Mang. Quando si distribuisce su scala mondiale, vanno prese in considerazione le peculiarità del luogo, ma una cucina Poggenpohl deve sempre restare essenzialmente una cucina Poggenpohl. Ogni cucina viene approntata a Herford secondo le indicazioni del cliente. L’85% delle cucine finite in Germania sono destinate all’esportazione. Quanto alle nuove tendenze ecco la valutazione di Gernot Mang: con l’integrazione della cucina nel soggiorno le superfici lucide diventano desuete; ora ci si orienta verso materiali opachi. Il nero è diventato il nuovo bianco. Ceramica, cemento e acciaio temperato sono i materiali in voga. La digitalizzazione si fa sentire negli elettrodomestici e segna l’inizio di una nuova era. Ed è importante fornire soluzioni intelligenti di illuminazione.

Secondo Nicole Hoch…

Nicole Hoch, designer, fondatrice e direttrice di LIVINGDREAMS

Intervista a Nicole Hoch

«Il pasto comune attorno al fuoco: è un’immagine che connota l’umanità sin dai suoi albori. Oggi è un tavolo grande ad aver assunto questa antica funzione iconica. Solidi tavoli in legno massello come quelli prodotti da LIVINGDREAMS conferiscono un’“anima” a uno spazio abitativo ormai aperto, creando inoltre un dialogo con la cucina. Noi produciamo in uno stabilimento proprio e come in Poggenpohl ogni pezzo viene approntato su misura. L’innovazione è visibile nella scelta dei materiali e nelle lavorazioni: tavoli, divani, cuscini o anche tappeti per esterni sono impermeabilizzati in modo da poter rimanere all’aperto anche in condizioni climatiche difficili». Che consiglio dà Nicole Hoch alle persone che sono alla ricerca di una nuova cucina? «Attraverso facciate uniformi si crea una sensazione di pace che restituisce all’abitazione la sua funzione di accoglienza». Da qualche anno, accanto allo spazio espositivo a Zurigo, Nicole Hoch gestisce un negozio a Maiorca, a cui è annesso anche un ristorante. Cosa chiedono di diverso i clienti di Maiorca rispetto a quelli di Zurigo? «I colori sono a Maiorca molto più importanti che da noi in Svizzera e le persone si dimostrano più coraggiose nella scelta di colori forti».

Secondo gli ospiti e la responsabile di un centro cucine Sibylle Wicki:

Chi ha maggiore influenza quando è una coppia a cercare una nuova cucina, la donna o l’uomo? Secondo Sibylle Wicki, in accordo con Nicole Hoch, «le donne si interessano maggiormente agli aspetti pratici, mentre gli uomini sono piuttosto attratti dal carattere visionario di una cucina». A tal proposito, gli ospiti si esprimono in maniera molto pragmatica dicendo: «è chi cucina volentieri ad avere voce in capitolo sulla scelta di una cucina».

Come si comporta Sibylle Wicki quando un suo cliente si orienta per qualcosa che lei crede non essere la soluzione ideale? Sibylle Wicki: «in Poggenpohl alla fase di consulenza è sempre accordata un’attenzione particolare, che fa della cucina finale una sorta di bimbo in comune. Per questo quel che pensavo all’inizio non gioca più alcun ruolo in seguito». Su questo incalza Gernot Mang: «nel segmento alto e di lusso, e soprattutto in Poggenpohl, il cliente ha sempre diritto a una pianificazione e una consulenza che copra tutti gli aspetti».

Sponsor dell’evento Miele: Maggiori informazioni sulla nuova linea di prodotti Generation 7000 

Jürg Wieser
Jürg Wieser

Geschäftsführung und Leiter Fachhandel